Controlli antidroga intensificati da parte della Finanza

In campo personale in borghese ed in divisa, coadiuvato dall’unità cinofila.

Controlli antidroga intensificati da parte della Finanza
Siena, 09 Maggio 2019 ore 13:32

Controlli antidroga: la Guardia di Finanza di Siena prosegue la propria azione di contrasto al consumo e allo spaccio di sostanze stupefacenti nell’ambito dell’intensificazione dei dispositivi di controllo nelle zone cittadine più esposte a tale fenomeno e maggiormente frequentate dai giovani.

Controlli antidroga: personale in borghese e unità cinofila

Personale in borghese ed in divisa, coadiuvato dall’unità cinofila proveniente dal Comando Provinciale di Grosseto, ha svolto nei giorni scorsi degli specifici appostamenti prevalentemente presso i luoghi di maggiore aggregazione giovanile, le aree destinate a snodo dei trasporti urbani ed extraurbani, tra le quali stazione ferroviaria e capolinea degli autobus, soprattutto presso la stazione ferroviaria di Poggibonsi. Durante il servizio sono state controllate e fermate, anche per finalità antidroga, diverse decine di persone.

Controlli e segnalazioni

I controlli effettuati sulla base delle segnalazioni da parte dell’unità cinofila del Corpo hanno consentito ai finanzieri di sequestrare alcune dosi di droga e vari spinelli già pronti per il consumo personale.
Sono prontamente scattate, così, le sanzioni per detenzione di stupefacenti ad uso personale ed è stata approntata apposita segnalazione al Prefetto di Siena.

Un presidio costante

L’attività svolta testimonia ancora una volta il costante presidio attuato dalle fiamme gialle senesi su tutto il territorio di competenza, impegnate a fare in modo che i luoghi di pubblico ritrovo costituiscano spazi di sana frequentazione, a tutela della collettività e dell’ordine pubblico in generale.

LEGGI ANCHE: RICERCATI IN TUTTA EUROPA: COPPIA DI UNGHERESI BECCATA A CHIANCIANO

LEGGI ANCHE: SI INVENTA AMICA DI SERENZA ZICCA, DENUCNAITA UNA 24ENNE DI MANTOVA

Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità