trekking

Comitiva di Certaldo si perde sull’Appenino: tutti salvi

Doveva essere una divertente escursione domenicale sulle montagne pistoiese e lucchese, ma un gruppo di certaldesi ha perso l'orientamento. Salvati da Carabinieri e Soccorso Alpino.

Comitiva di Certaldo si perde sull’Appenino: tutti salvi
Val d'Elsa, 25 Maggio 2020 ore 11:59

Brutta avventura occorsa nel pomeriggio di ieri, domenica 24 maggio 2020, ad una comitiva di escursionisti originaria di Certaldo e composta da due genitori e il loro figlio minorenne, nonché una coppia di amici i quali, complice la bella giornata e le temperature gradevoli, avevano deciso di trascorrere il pomeriggio sulla montagna pistoiese. Il gruppo di amici, dopo aver lasciato la propria autovettura in località Orto Botanico nel comune di Abetone Cutigliano, si era avventurato lungo il sentiero che conduceva al Lago Santo, ma dopo poco, a causa delle scendere della notte e della non perfetta conoscenza dei luoghi, non erano stati più in grado di ritrovare la strada per far ritorno al proprio mezzo.

A questo punto, sentitosi in pericolo, il capofamiglia aveva deciso di contattare il numero di emergenza 112 per chiedere aiuto. L’operatore della Centrale operativa della compagnia Carabinieri di San Marcello Piteglio, che nella circostanza era fortunatamente un militare che aveva fatto servizio presso la stazione Carabinieri di Abetone e che quindi aveva una perfetta conoscenza dei luoghi, non appena ricevuta la chiamata, riusciva a gestire la situazione con estrema calma e professionalità, rassicurando il cittadino e riuscendo a farsi dare indicazioni per comprendere nello specifico ove egli si trovasse.

Compreso quindi che la comitiva si era fermata in località Capanne di Siviglioli nel comune di Bagni di Lucca, l’operatore avviava immediatamente le ricerche, contattando sia il numero di emergenza 118, che il Soccorso Alpino della stazione di Lucca e di quella dell’Appennino Toscano, dando loro specifiche indicazioni su dove fossero gli escursionisti. Dopodiché, ricontattava nuovamente il capo famiglia per tranquillizzarlo e dirgli di non muoversi, facendosi dare anche il numero di telefono delle altre perone che erano con lui per evitare di perdere i contatti qualora la batteria del suo apparecchio cellulare si fosse scaricata.

Grazie alle indicazioni ricevute, i soccorritori sono stati in grado di trarre in salvo gli escursionisti in poche ore, riaccompagnandoli poi presso la loro auto nel comune di Abetone Cutigliano e mettendo fine alla brutta disavventura, senza che alcuno di essi riportasse alcuna ferita e consentendo loro di far rientro presso le rispettive abitazioni.

Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità