Le opinioni

Colle di Val d’Elsa, i problemi di Piazza Montemaggio

Colle di Val d’Elsa, i problemi di Piazza Montemaggio
Chianti senese, 23 Luglio 2020 ore 14:21

E’ una delle zone storiche di Colle, quella che circonda i giardini di piazza Montemaggio, nel cuore del centro cittadino, a breve distanza dal grande parcheggio di Fontibuona e dal supermercato Coop. Da sempre, per i colligiani è stata una zona molto ambita dove vivere, per la sua tranquillità e la vicinanza ai servizi. Negli ultimi decenni, però, l’area è andata incontro ad un preoccupante degrado, in particolare per quanto riguarda lo stato della strada che circonda i giardini pubblici e delle viuzze limitrofe, ridotte ormai in una condizione a dir poco disastrosa, al punto che gli abitanti hanno a più riprese sollevato veementi proteste e hanno elevato, in particolare durante la campagna elettorale dello scorso anno, richieste a tutti i candidati al ruolo di sindaco affinché venisse messo in atto un intervento di riqualificazione.


A preoccupare è soprattutto la condizione dell’asfalto, giunto ormai ad un livello di usura preoccupante: «Ci sono buche enormi e molto profonde – racconta Shamira Morelli, residente nell’area – E’ difficile anche solo camminare con un passeggino, soprattutto di sera. Peggio ancora, quando piove abbiamo difficoltà ad entrare negli appartamenti, perché si allaga tutto e l’acqua scorre a torrenti verso i cancellini dove abbiamo gli ingressi. Per chi ha un garage, poi, ogni pioggia di una certa intensità significa trovarsi letteralmente sott’acqua. Avevamo fatto presente la questione anche ai vari candidati a sindaco, sembra che fosse stato messo in cantiere un piano di intervento, ma per il momento non abbiamo visto nessuno». Si tratterebbe di un problema che arriva da molto lontano, come confermano coloro che nella piazza vivono ormai da molto tempo: «E’ dalla fine degli anni ’60 che non viene fatto un vero intervento di riasfaltatura – racconta Mino Cioni, che punta il dito anche sulla pulizia della piazza – Qui non esistono divieti di sosta nei giorni di passaggio della spazzatrice, le macchine vengono quindi sempre lasciate al loro posto. Il mezzo che dovrebbe pulire si limita a transitare al centro della strada, quindi i lati restano sempre sporchi, ci sono rifiuti che, se qualcuno dei residenti non decide di impegnarsi di persona a raccoglierli o se una pioggia più forte li porta nelle fogne, possono restare sul posto anche per mesi». E se la piazza è messa male, via Milazzo, che la connette con via Pieve in Piano ed il resto del centro, è in uno stato ancora più disastroso: «Via Milazzo è in uno stato terribile, si rischia sempre di inciampare – ha spiegato Francesco Fontana – Per gli anziani, in particolare, è molto pericoloso, se mettono un piede in fallo rischiano di cadere, come è già successo diverse volte, ma perfino le auto sono a rischio. Alcuni degli abitanti si sono ridotte a gettare un po’ di cemento in alcune delle buche più profonde, in modo da mantenere transitabile la strada». Una soluzione chiaramente temporanea, che può solo tamponare il problema in attesa di una vera opera di manutenzione.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità