Colle di Val d’Elsa

Cimiteri in crisi nera per le pessime condizioni

Il problema dello stato dei due campisanti pubblici arriva in Consiglio comunale e parte l’acceso dibattito sulla questione tra le diverse parti

Cimiteri in crisi nera per le pessime condizioni
Chianti senese, 09 Novembre 2020 ore 13:13

Non si fermano, a Colle, le proteste per le condizioni dei due cimiteri comunali della città, che versano in uno stato di manutenzione piuttosto miserevole: cappelle piene di umidità, se non direttamente di acqua, scale malridotte e coperte di muschio, erbacce che crescono in mezzo, se non addirittura sopra alle tombe. Una condizione considerata non soltanto pericolosa per gli utenti, ma anche irrispettosa per la memoria di chi riposa all’interno delle due strutture, come ha sottolineato Monica Sottili, consigliera comunale del Movimento 5 Stelle, che ha portato la questione all’attenzione dell’assemblea: «Entrambi i cimiteri comunali versano attualmente in condizioni di grave degrado ed assenza di manutenzione, oltre che di pericolosità per i visitatori. Si tratta di una mancanza di rispetto nei confronti sia dei vivi che dei defunti». La richiesta immediata di investire quanto necessario per i restauri ai cimiteri, ha sottolineato la consigliera, è stata emendata su richiesta della maggioranza: «Chiediamo, dunque, alla giunta di individuare le risorse necessarie ad un serio intervento di restauro delle due strutture, oltre che di porre, nel prossimo bando di affidamento della gestione della struttura, una maggiore attenzione sulla qualità della manutenzione costante da effettuare dal nuovo soggetto gestore». La sottolineatura della consigliera Sottili della richiesta, da parte della maggioranza, di un emendamento che a suo dire non ha modificato in alcun modo la sostanza della mozione e che sarebbe stato richiesto soltanto «per mettere sulla questione il cappello della giunta», ha scatenato la risposta piccata del sindaco Alessandro Donati, nonostante il favore espresso sulla questione. Il primo cittadino, come su altre questioni, ha tenuto a precisare i limiti economici che il Comune di Colle deve affrontare, ed ha lanciato una pesante frecciata alle opposizioni: «E’ molto facile fare mozioni su questioni di questo genere, che vorrei sottolineare sono già nel piano triennale votato alcuni mesi fa. E’ una delle decine di cose che a Colle sono state lasciate indietro e hanno bisogno di un intervento, all’interno di queste sarebbe possibile presentare moltissime mozioni impossibili da soddisfare per mancanza di risorse, tanto più in un anno come questo. Diamo la disponibilità a votare a favore della mozione con delle condizioni che riteniamo giuste, se la consigliera Sottili pretende che ogni volta le sue mozioni siano votate esattamente come sono, temo che vi siano delle difficoltà. In ogni caso, riteniamo giusto un intervento, e rammento che stiamo andando verso il nuovo bando, nel quale sarà necessaria una maggiore attenzione alla manutenzione, impossibile negli ultimi a causa della base d’asta molto bassa. Il cimitero è un luogo di grande importanza personale per tutti, e merita una maggiore attenzione». Una puntualizzazione, quella del sindaco, che ha causato la risposta di Sofia Aggravi, neo-consigliera di Su per Colle dopo le dimissioni di Francesco Cavalieri: «Credo che icimiteri presentino delle gravi criticità, che possono riguardare anche l’incolumità delle persone. Il sindaco è sempre molto attento ai social, quindi avrà notato che si tratta di un argomento particolarmente sentito dalla cittadinanza. Ovviamente l’opposizione da dei suggerimenti, sappiamo che le risorse sono poche, che saranno sempre meno e che è stato indispensabile spenderne molte per l’emergenza Covid, ma è anche vero che la città resta e resterà anche dopo la fine di questo periodo difficile. Spetta poi alla maggioranza decidere quali sono le priorità». Le motivazioni dell’emendamento sono state poi chiarite dal Roberto Pianigiani: «Abbiamo voluto porre una maggiore attenzione proprio sul bando di assegnazione, perché è indispensabile che siano mantenuti gli occhi ben aperti sulla questione della manutenzione. In ogni caso, frequentando molti dei cimiteri della zona per lavoro, posso senz’altro dire che i nostri sono senza dubbio i migliori, e che i problemi sono molto ridotti rispetto alle città vicine».

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità