Morte improvvisa

Caso a Siena: una vittima del morbo di Creutzfeldt-Jakob

La conferma è arrivata dal direttore generale del Policlinico Le Scotte, Valter Giovannini

Caso a Siena: una vittima del morbo di Creutzfeldt-Jakob
Siena, 02 Settembre 2020 ore 13:39

Una vittima a Siena della malattia di Creutzfeldt-Jakob, una forma acuta di encefalopatia spongiforme che spesso viene definita volgarmente anche come morbo della mucca pazza.

La conferma è arrivata dal direttore generale del Policlinico Le Scotte, Valter Giovannini, dopo che si era confrontato col direttore sanitario e i responsabili dei vari reparti.

Si tratta di un caso raro di morte che si verifica una volta all’anno ogni milione di abitanti e le cause possono essere molteplici. Inoltre, non esiste una cura che possa sconfiggere il prione, cioè proteina patogena che si accumula nel cervello e manda in tilt le connessioni cerebrali, provocando una demenza precoce che dà una speranza di vita di massimo un anno e mezzo.

Il caso senese però non è  la variante comparsa nel 1996 nota come “mucca pazza”, provocata dal consumo di carne bovina infetta in Inghilterra che fece scoppiare un’epidemia circoscritta. Inoltre le leggi nazionali e internazionali impongono, per aggiornare le casistiche e la ricerca di terapie, che le biopsie dei pazienti affetti da encefalopatie spongiformi devono essere spedite all’Istituto Superiore di Sanità, che dovrà confermare la diagnosi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità