IN VAL D'ORCIA

Benzinaio non comunicava i prezzi, multato dalla Guardia di finanza

Per il gestore è scattata una sanzione di 3mila euro.

Benzinaio non comunicava i prezzi, multato dalla Guardia di finanza
Cronaca Val d'Orcia, 08 Gennaio 2021 ore 13:39

Benzinaio non comunicava i prezzi, multato dalla Guardia di finanza.

Durante le festività appena trascorse il Comando Provinciale di Siena della Guardia di Finanza ha intensificato i controlli finalizzati a prevenire e reprimere le irregolarità nel settore della distribuzione stradale di carburanti ed in materia di circolazione dei prodotti sottoposti ad accisa, periodo durante il quale avrebbero potuto subire un aumento i prezzi praticati sulla rete nazionale.

Nel corso dei rilevamenti che hanno riguardato le stazioni di servizio attive tra la Valdichiana e la Val d’Orcia, le Fiamme Gialle senesi hanno riscontrato il mancato rispetto degli obblighi di trasparenza ed informazione dei prezzi applicati al pubblico da parte di un distributore di carburante, con la contestuale formalizzazione delle relative violazioni amministrative al trasgressore, immediatamente segnalate al Comune di competenza per l’irrogazione delle previste sanzioni, fino ad un massimo di circa 3 mila euro.

Dal controllo eseguito è infatti emerso che il gestore non aveva rispettato l’obbligo di comunicazione dei prezzi praticati per ogni tipologia di carburante per autotrazione al Ministero dello Sviluppo Economico.
La normativa di settore prevede che il gestore del distributore riferisca al citato Dicastero i prezzi praticati ogni settimana e, ogniqualvolta si verifichi un aumento, anche con cadenza infrasettimanale. Gli importi, così comunicati, vengono resi pubblici sul portale internet ministeriale, con lo scopo di consentire ai consumatori di consultare, in tempo reale, i prezzi di vendita dei diversi carburanti praticati effettivamente dai distributori di tutta Italia e scegliere, in questo modo, in maniera più consapevole dove rifornirsi: questa procedura di monitoraggio costituisce un supporto conoscitivo per i cittadini che, in tal modo, possono essere maggiormente tutelati da eventuali speculazioni.
Continua la campagna perseguita dalle Fiamme Gialle, messa in atto attraverso un’intensificazione dei controlli eseguiti dai Reparti della Guardia di Finanza senesi nel settore della distribuzione stradale dei carburanti ed in generale nell’attività di prevenzione, individuazione e repressione delle frodi nel comparto delle accise e delle altre imposte indirette sulla produzione e sui consumi, volta a tutelare i consumatori (utenti della strada) dalla scarsa trasparenza nei prezzi, nonché preservare il corretto e libero funzionamento delle regole di mercato, nella consapevolezza che senza rispetto delle regole non ci potrà essere ripresa.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità