Monterriggioni

Uno sguardo al cielo ed uno al Medioevo, eventi per tutto il territorio di Monteriggioni

Riconosciuto a Monteriggioni il ruolo di vera e propria città della Cultura.

Uno sguardo al cielo ed uno al Medioevo, eventi per tutto il territorio di Monteriggioni
Attualità Chianti senese, 22 Agosto 2021 ore 17:05

Uno sguardo al cielo ed uno al Medioevo, eventi per tutto il territorio di Monteriggioni

Si è conclusa l’ottava tornata di appuntamenti estivi monteriggionesi. Grande la soddisfazione di Comune, Fondazione Toscana Spettacolo, Monteriggioni AD 1213 e Amici del Castello, i soggetti impegnati in questa sinergia di successo. Il crescendo vertiginoso di pubblico, sempre più attratto e consapevole della variegata offerta culturale e di intrattenimento, con molte presenze anche esterne al territorio, è stato coronato dalla presenza delle telecamere RAI e della stampa regionale, che hanno riconosciuto a Monteriggioni il ruolo di vera e propria città della Cultura.

Si tratta di traguardi affatto scontati, in un’estate come quella attuale in cui tutti i territori hanno proposto eventi e programmi.

Saranno 8 gli appuntamenti previsti per questa nona settimana

Gli appuntamenti sono equamente ripartiti tra il Castello, in Piazza Dante Alighieri sempre a partire dalle 21,15 e il territorio.

Lunedì 23 agosto

è in programma “Stelle e pianeti dal Castello: serata di osservazione del cielo”, con Alessandro Marchini e lo staff dell’Osservatorio astronomico dell’Università di Siena; un suggestivo viaggio guidato tramite mappe stellari, laser e telescopi. Inoltre per alcuni minuti spegneremo le luci del Castello per regalare una visione esclusiva del cielo stellato sopra Monteriggioni.

Da martedì a giovedì la riproposizione di tre film sul territorio, ancora dalle 21,15.

Si inizia a Castellina Scalo, il 24 agosto con un classico per ragazzi in Piazza dei Bersaglieri, L’era Glaciale” di Chris Wadge, ridendo alle avventure del bradipo Sid e del mammut Manfred e il cucciolo d'uomo Roshan.

Il 25 agosto

a Uopini, Parco Donatori di Sangue, un vero e proprio film generazionale “Pink Floyd: live at Pompei” di Adria Maben, pellicola che ha stregato intere generazioni. Gli amanti dei Pink Floyd e del rock lo etichettano come uno dei prodotti migliori di sempre, in grado di cambiare radicalmente la percezione del mondo della musica.

Infine, il 26 agosto, a Quercegrossa presso i giardini in Via Calamandrei, “Gli anni più belli” di Gabriele Muccino, film che ha ottenuto 9 candidature ai Nastri d'Argento, 2 candidature a David di Donatello. Roma, primi anni Ottanta, Giulio, Paolo e Riccardo hanno 16 anni e tutta la vita davanti. Giulio e Paolo sono già amici, Riccardo lo diventa dopo una turbolenta manifestazione studentesca, guadagnandosi il soprannome di Sopravvissuto. Al loro trio si unisce Gemma, la ragazza di cui Paolo è perdutamente innamorato. In realtà tutti e quattro dovranno sopravvivere a parecchi eventi, sia personali che storici. Gli anni più belli segue volutamente il registro di concept album come "Piccolo grande amore" di Claudio Baglioni: infatti Baglioni viene evocato nel film ben tre volte.

Da Venerdì 27 agosto si torna al Castello, con un evento imperdibile

 “Tango 2021 #Piazzolla!” concerto dell’ORT Attack ensemble d’archi, organizzato da CESVOT. Nel centenario della nascita di Astor Piazzolla ORT Attack presenta un programma esclusivo sul grande compositore argentino. Tanghi, milonghe e i più bei brani di Piazzolla saranno al centro di programma che propone anche un medley delle musiche di Carlos Gardel, “Re del Tango argentino”.

Sabato 28 agosto

doppio appuntamento con il Medio Evo, protagonista l’Associazione Culturale L’Agresto. Alle 8,30, “Passeggiata nella Storia”, percorrendo la via Francigena tra Abbadia a Isola e Monteriggioni, tra natura e personaggi sospesi nel tempo che racconteranno le loro storie. Alle 21,15, al Castello di Monteriggioni “Al tramonto nel Medio Evo”, serata altamente suggestiva che fa parte delle tante “mini” feste medievali organizzate in sostituzione dell’evento tradizionale che, purtroppo causa covid, non si tiene da 2 anni.

Domenica 29 agosto

la presentazione del libro di Duccio Balestracci “Stati d’assedio. Assedianti e assediati dal Medioevo all’età Moderna”. Sarà un dialogo tra l’autore e Daniela Morozzi nella filosofia della grande divulgazione: raccontare contenuti complessi in un linguaggio semplice, divertente e emozionante. Davvero un’occasione da non mancare.