Attualità
Progetto “ABCura”

Social housing, cultura, ambiente. Poggibonsi corre per i fondi europei

Bussagli: “Una grande e bella notizia. Per la terza volta consecutiva la nostra città potrà avere accesso alle risorse comunitarie specificatamente destinate alle politiche di rigenerazione. Grazie alla Regione, grazie a soggetti, enti, sindacati, associazioni che hanno collaborato”

Social housing, cultura, ambiente. Poggibonsi corre per i fondi europei
Attualità Siena, 13 Aprile 2022 ore 13:05

Si chiama “ABCura” ed è il progetto integrato di rigenerazione urbana promosso dal Comune di Poggibonsi e selezionato dalla Regione Toscana per accedere ai finanziamenti del Programma FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2021-2027. “Una grande e bella notizia  - dice il sindaco David Bussagli - Per la terza volta consecutiva la nostra città potrà avere accesso alle risorse comunitarie specificatamente destinate alle politiche di rigenerazione. Ringraziamo la Regione Toscana”. “Una grande opportunità che ci siamo impegnati a cogliere – continua Bussagli - Ringrazio tutta la struttura comunale e tutti i soggetti, gli enti, le associazioni di categoria, i sindacati che hanno partecipato alla definizione della nostra proposta e l’hanno resa più forte”.

Il progetto “ABCura” è uno dei dieci progetti selezionati dalla Regione fra le 46 idee candidate dai Comuni toscani sulla manifestazione di interesse in questione. “ABCura” è una proposta dal valore complessivo di 10milioni di euro articolata su 5 interventi in coerenza con l’obiettivo specifico della programmazione ovvero ‘Promuovere lo sviluppo sociale, economico e ambientale integrato ed inclusivo, la cultura, il patrimonio naturale il turismo sostenibile e la sicurezza nelle aree urbane’. Tre le linee previste dal bando e su cui presentare i progetti: ‘rigenerazione urbana e qualità dell'abitare’, ‘cultura’, ‘ambiente’. “Nell’ambito dei criteri stabiliti dal bando ci siamo mossi facendo tesoro delle progettualità sviluppate, delle opportunità disponibili, del percorso fatto finora – dice il sindaco - Ne è nato un progetto bello, articolato su un complesso di interventi integrati. Una strategia territoriale con cui prosegue il nostro impegno per concretizzare un’idea di città policentrica, collaborativa, innovativa che si sviluppa sul concetto di ‘cura’ di tutto ciò che ruota attorno alla persona come l’ambiente, il benessere, la qualità degli spazi pubblici in cui vivere e in cui fare cultura”.

Gli interventi. L’intervento portante è quello per il social housing in via Aldo Moro, costo 6 milioni di euro, che punta ad un incremento del patrimonio destinato all'edilizia sociale, alla riorganizzazione dei servizi per disabili e all'individuazione di nuovi modelli abitativi. Il social housing è stato presentato sull’asse ‘rigenerazione urbana e qualità dell’abitare’, su cui è stata candidata anche la riqualificazione di viale Garibaldi (1,8 milioni di euro). Sull’asse ‘ambiente” è stato presentato il progetto di efficientamento energetico degli impianti del Politeama (800mila euro) mentre sull’asse ‘cultura’ sono stati proposti il completamento dell’Archeodromo(350mila euro) e la riqualificazione del Parco della Fortezza di Poggio Imperiale - connessione con via Sangallo e restauro della Fonte delle Fate (1.050.000 euro).

Il progetto “ABCura” è stato presentato alla Regione Toscana forte di un patto di collaborazione sottoscritto con la Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa, la Fondazione Elsa e Archeòtipo Srl, e di un documento di concertazione sottoscritto con Cgil e Cisl e con Cna, Confartigianato, Confapi, Confcommercio, Confesercenti, Confindustria. “Una strategia condivisa che ha prodotto un esito positivo”, chiude il sindaco. I 10 progetti selezionati, fra cui “ABCura”, costituiranno la proposta complessiva del programma regionale che sarà trasmessa alla Commissione Europea.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter