Attualità
nuova opera

Riaperta al traffico via 23 luglio 1944 a Tavarnelle: investimento da 80mila euro per il Comune

Dopo un percorso complesso, arriva a compimento e riapertura via 23 luglio 1944 a Tavarnelle.

Riaperta al traffico via 23 luglio 1944 a Tavarnelle: investimento da 80mila euro per il Comune
Attualità Chianti fiorentino, 16 Ottobre 2021 ore 16:59

Completata l’opera di asfaltatura, via 23 luglio 1944, la strada di accesso al complesso residenziale situato in prossimità del centro di Tavarnelle, è aperta e transitabile. E’ l’intervento che il Comune ha portato a termine nel quadro delle opere di urbanizzazione del complesso Unica, impiegando le risorse tratte dall’escussione delle fideiussioni per un importo complessivo pari a 80mila euro.

Riaperta Via 23 luglio 1944 a Tavarnelle

Con l’intervento diretto della giunta Baroncelli è stata individuata infatti una soluzione alla complessa questione causata dal fallimento della Cooperativa Unica, che nel 2011 aveva acquisito l’area per avviare la costruzione di un lotto di appartamenti, e dalla conseguente interruzione dei lavori relativi alle sistemazioni esterne delle abitazioni.

Il Comune non solo ha avviato un percorso di uscita da questo annoso stanby nell’interesse dei cittadini residenti, ma ha raggiunto pienamente gli obiettivi prefissati. Avendo acquisito le aree esterne della lottizzazione dal curatore fallimentare, l’amministrazione comunale è entrata in possesso della zona interessata dal completamento delle opere di urbanizzazione ed è intervenuta nell’ottica di favorire le condizioni di vivibilità per i cittadini che abitano nel complesso.

“L’intervento è consistito nella risistemazione e nell’asfaltatura della viabilità permettendone l’apertura – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Fontani – abbiamo inoltre avviato il completamento dell’area verde con un’attività di manutenzione straordinaria che sarà ultimata entro l’anno, i giardini del complesso residenziale saranno valorizzati con la sistemazione di panchine, giochi e vari elementi di arredo urbano”.