Monteriggioni

Il disegno e l’illustrazione, l’eccellenza toscana di scena a Monteriggioni

La conversazione con quattro grandi protagonisti toscani Benedetto Cristofani, Simone Boni, Alessandro Bocci, Filippo Cenni.

Il disegno e l’illustrazione, l’eccellenza toscana di scena a Monteriggioni
Attualità Chianti senese, 13 Agosto 2021 ore 09:40

Il disegno e l’illustrazione, l’eccellenza toscana di scena a Monteriggioni

Serata imperdibile al Castello di Monteriggioni il 18 agosto, ore 21,15. Dopo l’incontro autunnale con i protagonisti della storica casa editrice Bonelli, dopo il talk show di metà luglio dedicato al mondo Disney con ospiti di primo piano come Luca Boschi e Marco Gervasio, si tornerà in Piazza Dante Alighieri con una serata tutta “toscana” ed in particolar modo senese, nella quale saliranno sul palco grandi disegnatori di caratura internazionale. Esperienze che testimoniano l'eccellenza toscana nell’arte del disegno e dell’illustrazione.

Disegnare la realtà. Dall'Illustrazione al fumetto

questo è il titolo della conversazione, arricchita dalla proiezione di immagini, che esplorerà i tanti modi di rappresentare il mondo tramite l’arte del disegno. Dal fumetto tout court, sia di intrattenimento sia storico, alle illustrazioni per riviste prestigiose, sino alle tavole illustrative per musei e monumenti.

Quattro storie diverse per quattro modi altrettanto diversi di interpretare il proprio mestiere, seppure con tanti punti di contatto e interconnessioni

Sarà possibile ascoltare e conoscere da vicino Benedetto Cristofani, che trasforma la cronaca, il presente, il futuro possibile nella potenza sintetica di un' illustrazione per le più importanti riviste internazionali dal “New York Times”, all’”Economist”, da “Internazionale” a “Science”; Simone Boni, dello Studio InkLink Firenze, che nel dialogo puntiglioso con archeologi e storici realizza straordinarie immagini ricostruttive di mondi perduti, così vive da trasmettere conoscenza più di un lungo articolo specialistico o di un libro; Filippo Cenni, che ha trasportato il rigore della sua passata vita da archeologo in splendidi fumetti storici per il mercato francese e internazionale ( le sue opere sono pubblicate con successo dal prestigioso editore Gleinat),  occupandosi della vita di San Luigi, di Lutero o della battaglia di Azio, senza mai smarrire il rapporto con le fonti; infine Alessandro Bocci, disegnatore di punta della scuderia Bonelli, impegnato stabilmente con la sua impareggiabile arte a collocare su un puntuale sfondo realistico le storie immaginarie di Tex Willer o di Dampyr.

Modi distinti per immaginare e dare immagine alla realtà; straordinarie esperienze da conoscere non solo attraverso il dialogo ma anche con la proiezione delle loro opere; tanta artigianalità capace di fare intraprendere viaggi nel presente e nel passato a tutti coloro che saranno presenti.