Attualità
Il controllo

Ex discarica di San Martino a Maiano, sopralluogo della commissione Garanzia e controllo

L'obiettivo dell'organo presieduto dal consigliere Baldini, fare il punto sulla gestione dell'impianto alla luce del rinnovo della convenzione per l'estrazione di biogas tra Comune e Alia

Ex discarica di San Martino a Maiano, sopralluogo della commissione Garanzia e controllo
Attualità Val d'Elsa, 10 Luglio 2021 ore 14:00
Lo scorso lunedì, la commissione Garanzia e Controllo di Certaldo ha effettuato un sopralluogo presso l'ex discarica di San Martino a Maiano, alla presenza del presidente di Alia dr. Nicola Ciolini e della dirigente dr.ssa Veronica Cantelli, dove attualmente è in funzione un impianto di estrazione di biogas dal sottosuolo.

La discarica, dismessa negli anni '90, è stata trasformata in una zona di estrazione nel 1998 e affidata alla società di scopo Certaldo Energia, la quale ha operato fino al 2007. Concluso il periodo novennale di concessione, nel 2008, venne costituita la Q.Energia, un'ulteriore società avente come scopo il rifacimento dell’impianto per l’utilizzo del biogas per la produzione di energia elettrica. Nell'ultima assemblea dei soci, tenuta a dicembre 2020, Alia ha incorporato definitivamente la società Q.Energia, divenendo gestore dell’impianto e addetta all’estrazione del biogas.

L’intento della commissione presieduta dal consigliere comunale Damiano Baldini e composta dai consiglieri Giuseppe Lombardo, Simone Scardigli, Elisa Bartalini ed Eliseo Palazzo, è quello di verificare l’andamento delle società partecipate del Comune di Certaldo o delle aziende alle quali è affidata la gestione dei servizi pubblici locali e conoscerne le prospettive future anche in base agli ultimi risultati ottenuti. Per questo motivo, alla luce del rinnovo della convenzione per l’estrazione di biogas tra il Comune di Certaldo e Alia, ha deciso di verificare la gestione dell’impianto e conoscere gli ultimi sviluppi societari che hanno portato all'incorporazione definitiva di Q.Energia. Durante il sopralluogo, sono state illustrate anche la modalità di estrazione del biogas, che avviene dal sottosuolo dell'ex discarica e serve per alimentare i due motori a combustione interna che producono energia elettrica.

La nuova convenzione per l'estrazione, che scadrà nel 2022, prevede che la società di gestione rifiuti corrisponda al Comune di Certaldo il 2,7% dell’energia elettrica venduta. Secondo i tecnici della stessa società non è certo quanto biogas sia rimasto nel sottosuolo e per quanti anni potrà andare avanti l’estrazione. Per saperlo è necessario aspettare il 2022.