Attualità
il servizio

Arriva a Certaldo il camper vaccinale della Regione Toscana

Giornata di presenza del camper vaccinale a Certaldo, proseguendo l'iniziativa portata avanti oramai dall'estate dalla Regione Toscana: come fare per partecipare.

Arriva a Certaldo il camper vaccinale della Regione Toscana
Attualità Chianti fiorentino, 16 Ottobre 2021 ore 10:42

Oggi, sabato 16 ottobre, il camper vaccinale di Regione Toscana farà tappa nel Comune di Certaldo. Dalle ore 15 alle ore 19 l’unità mobile sarà presente in Piazza della Libertà. L’iniziativa, in programma da tempo, offre la possibilità a tutti coloro che al momento non sono ancora vaccinati di accedere alla prima dose, senza prenotazione.

Arriva anche a Certaldo il camper vaccinale della Regione Toscana

Sul camper saranno presenti medici, infermieri e personale amministrativo della Asl. Il percorso vaccinale si articolerà in spazi per l’accettazione e in aree allestite per l’osservazione post-vaccino. Coloro che desiderano vaccinarsi avranno accesso diretto semplicemente presentandosi al camper vaccinale. Saranno inoltre presenti le associazioni di volontariato del territorio a supportare l’iniziativa.

"Questa iniziativa è un'occasione concreta per sottoporsi a vaccinazione - sottolinea il sindaco di Certaldo, Giacomo Cucini - Un'occasione per tutti, nel cuore del nostro paese. Quando si è conclusa l'esperienza del centro vaccinale al polivalente 'Caponnetto', avevo annunciato che l'amministrazione avrebbe colto ogni opportunità utile per dare la possibilità di vaccinarsi a chi ancora non lo avesse fatto: l'arrivo del camper, nel fine settimana in cui Certaldo ospita l'edizione 2021 di 'Boccaccesca', è una di queste. Grazie alla Regione e all'Asl Toscana centro e grazie ai volontari e a tutte le associazioni che hanno reso possibile questo appuntamento".

“E’ un’occasione preziosa per tutti coloro che attendono ancora di essere vaccinati- afferma Franco Doni, Direttore Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa- questo tipo di iniziativa è pensata anche per avvicinare quei cittadini che per vari motivi, tra cui la poca dimestichezza con le modalità di prenotazione online, preferiscono ricevere la somministrazione con accesso libero, senza ulteriori procedure. “