Social

“Sei di Montespertoli se…” fai parte del gruppo. Intervista agli amministratori del gruppo Facebook

“Sei di Montespertoli se…” fai parte del gruppo. Intervista agli amministratori del gruppo Facebook
Chianti fiorentino, 24 Maggio 2020 ore 16:55

Con 3149 membri attivi e con oltre 1190 post pubblicati nell’ultimo mese, il gruppo Facebook «Sei di Montespertoli se…» è la comunità virtuale più popolata nel borgo. Elena Cagiotto Lalia, alla quale sei anni fa venne l’idea di creare il gruppo, lo definisce «una piazza di paese», seppur online.
«Nacque con l’intento di condividere ricordi, foto storiche, raccontare personaggi di paese e modi di dire – ha spiegato Elena – C’erano già altri gruppi simili nei territori confinanti e pensai che potesse essere una cosa carina da replicare. Non è semplice gestire un gruppo di paese e per molto tempo sono riuscita a farlo da sola, poi con l’aiuto di alcuni moderatori. Ovviamente è impossibile mettere d’accordo tutti e ci sono momenti di tranquillità alternati a confusione. Mi prendeva molto tempo nell’arco della giornata, praticamente lo guardavo continuamente per approvare i post.
C’è sempre stato un regolamento – ha continuato Elena – Non si dovrebbe parlare di politica e utilizzare toni offensivi o troppo polemici. Bisogna saper distinguere, da amministratore, quale post è giusto e utile pubblicare e quale invece potrebbe complicare i rapporti. La tutela degli iscritti è fondamentale, sul gruppo si fa comunità, è come una piazza e il rispetto di tutti è importante».
Da maggio 2019 Elena Cagiotto Lalia non è più amministratrice del gruppo anche se continua a collaborare da esterna dando consigli. Quando ci furono le elezioni politiche la gestione era diventata troppo impegnativa e delicata così decise di chiedere un aiuto a Marco Galeotti, suo amico. Da quando è nato, sei anni fa, il gruppo si è trasformato. Dalla semplice condivisione di foto e ricordi, è diventato un punto di riferimento per qualsiasi tipo di informazione. Orari del bus, della farmacia, dei negozi e anche della cronaca locale.
«Forse ha perso un po’ il senso iniziale ma non certo la sua utilità che è sempre preziosa – ha raccontato Marco Galeotti, il nuovo amministratore – La mia gestione all’inizio è stata sofferta poi sono riuscito a trovare un equilibrio nella moderazione dei post. Il gruppo è lo specchio del paese ed è difficile far capire perché non si può far passare certe cose. Quando un post è troppo polemico o nella discussione si arriva ad una sorta di offesa, quello è il momento di intervenire. A volte mi arrivano segnalazioni anche di utenti perché da solo è complicato accorgersi di tutto. Capita però che se non approvi un post alcuni si arrabbiano e ci chiamano “censori” oppure se approviamo foto di comportamenti scorretti dei cittadini ci dicono di “farci gli affari nostri”. Ma non vorremmo essere assolutamente visti come spioni o censori.
Sento la responsabilità della gestione – ha detto Marco – Soprattutto perché oggi passano tante informazioni, notizie e argomenti delicati ed è facile sbagliare. Sono cambiati, inoltre, i post approvabili. È diventato anche un luogo per poter fare pubblicità alle piccole aziende, bar e ristoranti del territorio. Penso tutto il bene possibile per questo paese. Nonostante alcune piccole incomprensioni sul gruppo, quando si tratta di aiutarci a vicenda come nel caso dell’emergenza Coronavirus, dimostriamo il nostro immenso valore e di essere uniti come comunità».

Elena Cagiotto Lalia
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità