La raccolta fondi

San Casciano, attivata la raccolta fondi su "Gofundme" per i cittadini in difficoltà

La donazione si effettua tramite la piattaforma online

San Casciano, attivata la raccolta fondi su "Gofundme" per i cittadini in difficoltà
Altro Chianti fiorentino, 11 Aprile 2020 ore 11:30

Il Comune di San Casciano con la rete del volontariato, coordinata dal Comitato Festa del Volontariato Sancascianese, ha attivato una raccolta fondi online per cittadini e famiglie sancascianesi che a causa dell’emergenza Covid-19 sono più vulnerabili e si trovano in gravi difficoltà economiche. “L’epidemia Covid-19 non frena la solidarietà dei cittadini che mettono in campo nuove misure pronte a fronteggiare l’emergenza che adesso è anche economica – si legge sulla piattaforma online - Il difficile scenario che stiamo vivendo rischia di incidere pesantemente sul nostro tessuto sociale. Il dato oggettivo è il rapporto tra emergenza sanitaria e impoverimento. Il nostro impegno è quello di non lasciare indietro nessuno”. È possibile effettuare una donazione al link https://www.gofundme.com/f/2xm9b-aiutiamosancasciano .

“L'obiettivo è aumentare la capacità plurale degli interventi - dichiara il sindaco Roberto Ciappi - il numero rilevante delle domande che stanno pervenendo in Comune relativamente all'opportunità di accedere ai buoni spesa segnala un bisogno che sta aumentando visibilmente e che non riusciamo a coprire con le risorse assegnate dallo Stato al Comune di San Casciano".

"Oltre ai casi di fragilità che i servizi sociali hanno in carico e stanno seguendo capillarmente – ha poi precisato il sindaco Roberto Ciappi - assistiamo all'insorgere di nuove forme di impoverimento legate allo shock lavorativo, produttivo e sociale che ha causato il contagio dell'infezione virale. Molti sono i precari, i lavoratori autonomi, le famiglie che versano in condizioni di fragilità economica, i nuclei monogenitoriali, i lavoratori stagionali, le partite Iva, le piccole aziende a gestione familiare, gli esercizi commerciali non alimentari. Facciamo ognuno la nostra parte, doniamo anche piccole somme per offrire un supporto concreto a chi ha bisogno. In questo modo potremo tentare di contrastare l'emergenza economica che si aggiunge e aggrava pesantemente quella sanitaria”.

“Il Coronavirus non colpisce soltanto le persone malate - rimarca il presidente della Festa del Volontariato Sancascianese Daniele Cavari - investe tutti indistintamente ed è fondamentale adottare misure necessarie a ridurre il rischio di moltiplicazione dei bisogni che mettono a dura prova le condizioni già in sofferenza delle famiglie. La richiesta impenna rapidamente e si esprime su vari fronti: i cittadini chiedono beni di prima necessità, cibo, assistenza finanziaria, sostegno nel pagamento dell'affitto. Invitiamo dunque a comunità ad unirsi a questa nostra spinta collettiva. Vuole offrire una boccata di ossigeno alle famiglie e ai lavoratori, riuscire a coprire le spese necessarie e costruire forme di sostegno alle tantissime persone del nostro territorio che si rivelano più vulnerabili all'impatto negativo della pandemia”.