Cucina

La pizza stellata di Colle: accordo tra Chicco e Borgo a Pignano

Il ristorante usufruirà dell’impasto premiato con tre spicchi dal Gambero Rosso tra nuove idee e collaborazioni

La pizza stellata di Colle: accordo tra Chicco  e Borgo a Pignano
Altro Val d'Elsa, 17 Luglio 2021 ore 16:00

Gli spicchi della rivista Gambero Rosso uniti alle stelle Michelin. Si è realizzata in queste settimane l’unione tra due eccellenze della cucina toscana, che ha portato un pezzo di Colle di Val d’Elsa nelle cucine del ristorante del noto hotel «Borgo Pignano», conosciutissimo relais di lusso alle porte di Volterra. La partnership vedrà l’unione tra due veri e propri maestri della ristorazione: il colligiano Stefano Canosci, proprietario della pizzeria «Chicco Colle», che proprio lo scorso anno ha conquistato l’ambitissimo riconoscimento dei «tre spicchi», concesso dalla rivista culinaria «Il Gambero Rosso» per l’eccellenza nel campo della pizza, e Stefano Cavallini, chef pluristellato del ristorante volterrano.

Obiettivo della collaborazione è creare una pizza che rappresenti un punto di eccellenza del settore: «Abbiamo ufficializzato un accordo per una partnership con lo chef Stefano Cavallini – spiega Stefano Canosci, proprietario della pizzeria – Si tratta di uno chef pluristellato, allievo di Gualtiero Marchesi, primo italiano a conquistare una stella Michelin all’estero, oltre ad essere premiato dal presidente Scalfaro come ambasciatore della cucina italiana all’estero. Un personaggio di spicco della ristorazione italiana, e questo ci rende ancora più orgogliosi di aver realizzato una collaborazione così importante. Io metterò l’impasto per la pizza, lui realizzerà i topping, e a creare le pizze sarà Mirco Pistis, un ragazzo molto abile che ho formato di persona e che sarà il nuovo pizzaiolo del ristorante di Cavallini. E’ bellissimo unire i tre spicchi del Gambero Rosso con le stelle Michelin, sono veramente felice che sia stato possibile fare questa partnership».

Si tratta di un nuovo passo avanti per la pizzeria colligiana, che nel corso degli ultimi anni è salita a livelli altissimi nell’ambito della ristorazione valdelsana: è il solo locale, oltre alla «Pergola» di Radicondoli, a poter vantare il massimo riconoscimento italiano nell’ambito della pizza, concesso dalla nota rivista «Il Gambero Rosso». Un riconoscimento ottenuto, come ha raccontato il titolare Stefano Canosci, con una pizza nata quasi casualmente: «Avevo preparato – raccontò dopo la vittoria – i pici all’aglione per un amico del nord Italia che appena possibile viene a Colle apposta per mangiarli. Mi era avanzato, a fine turno, un po’ di sugo, e poiché avevo fame l’ho spalmato su un pezzo di focaccia bianca. Il sapore si è rivelato buonissimo, quindi ho deciso di elaborare una vera e propria “pizza all’aglione”, e visto il successo credo che sia stata una buona idea». Stefano è molto attivo anche nel settore della beneficienza: durante i mesi di chiusura forzata a causa della pandemia ha contribuito alla realizzazione di diversi progetti di solidarietà legati alla ristorazione in Africa.