Musica

Il grande pianista Leslie Howard al 45° Cantiere di Montepulciano

Il grande pianista Leslie Howard al 45° Cantiere di Montepulciano
Chianti senese, 24 Luglio 2020 ore 16:36

Un pianista internazionale da Guinness dei primati in notturna in Piazza Grande con una suite per due pianoforti, un corto inedito nell’evento di cinema muto con sonorizzazioni dal vivo al Cortile delle Carceri, il Galà di canto lirico a Torrita di Siena e ancora il teatro musicale con Meta(à) a Sarteano e la Banda Poliziana: è prodiga di appuntamenti la terza giornata del Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, sabato 25 luglio. Ispirata quest’anno al tema Caos e creazione, la 45esima edizione della rassegna che si snoda tra Montepulciano e la Valdichiana, sta già registrando il tutto esaurito per numerosi appuntamenti.

Si parte alle 18 in Piazza Grande con la Banda Poliziana diretta da Giacomo Valentini che dedica un tributo a Ennio Morricone e le musiche di Fernando Francia, Joseph Kosma, Giovanni Battista Cardone, David Gray, Luigi Tarraggi. Alle 20.30 al Castello di Sarteano (via dei Lecci) torna, dopo il tutto esaurito delle serate precedenti, Meta(à) – a volte uno si crede incompleto ed è soltanto giovane nuova produzione di teatro musicale con la regia di Laura Fatini, sulle musiche firmate da Giovanni Vannoni.

Tra gli spettacoli più attesi del 45° Cantiere c’è l’Omaggio a Giulio Neri, alle 20.45 in piazza Matteotti a Torrita di Siena; la doverosa celebrazione alla personalità artistica del basso curata da Eleonora Leonini, direttore artistico del Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio, quest’anno annullato per l’emergenza sanitaria. Comune di Torrita di Siena e Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte promuovono quindi un galà di canto lirico con Ripalta Bufo (soprano), Aoxue Zhu (mezzosoprano), Francesco Domenico Doto (tenore), Chuanqi Xu (baritono) e la partecipazione straordinaria dal celebrato tenore Enea Scala: il programma annovera brani d’opera popolari da Rigoletto di Verdi alla Carmen di Bizet, da Il Barbiere di Siviglia di Rossini a Il flauto magico di Mozart. In apertura sarà presentato il volume Giulio Neri il Basso dell’opera (Rugginenti Editore) alla presenza dell’autore Giovanni Marchisio.

Alle 21.30 al Cortile delle Carceri (piazza Grande 2, Montepulciano) si rinnova l’approfondimento del rapporto tra cinema muto e musica, grazie alla sinergia con Conservatorio di Rovigo e la Cineteca di Bologna. Le voyage dans la lune – utopie nello spazio del cinema muto è una rassegna di cortometraggi muti pensati per enfatizzare l’interazione con le tessiture sonore, a cura di Francesco Finocchiaro e Daniele Furlati; per le esecuzioni dal vivo interviene un organico di sei musicisti. È stato inoltre commissionato un nuovo corto al giovane autore Alex Marchi, seguendo le suggestioni degli space movies: il film, dal titolo La grande festa, arriva in anteprima con le trame musicali elettroniche prodotte e rese dal vivo da Davide Vannuccini.

Chiusura in notturna alle 23.30 in Piazza Grande con il noto pianista anglo-australiano Leslie Howard, entrato nel Guinness dei primati per aver inciso l’opera omnia di Franz Liszt. Insieme al talento pianistico di Ludovico Troncanetti sarà eseguita con la composizione The Planets di Holst che evidenzia i caratteri astrologici di sette pianeti. La suite, nota nella sua declinazione sinfonica, nasce in realtà nella versione per due pianoforti che sarà scandita nella notte di Montepulciano.

La manifestazione, in corso fino al 2 agosto, con la direzione artistica di Roland Böer e il coordinamento artistico di Giovanni Oliva, è sostenuta da MiBACT, Regione Toscana, Comune di Montepulciano, Ministero degli Esteri della Repubblica Federale di Germania. Per la straordinarietà del momento, la biglietteria garantisce prezzi accessibili.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità