L’iniziativa

I vostri messaggi di Liberazione: “La prima cosa bella che farò quando tutto questo sarà finito”

Continuate a scriverci!

I vostri messaggi di Liberazione: “La prima cosa bella che farò quando tutto questo sarà finito”
25 Aprile 2020 ore 15:05

Qual è la prima cosa bella che farete quando sarà passato l’incubo coronavirus e potremo finalmente uscire dalle nostre case e ricominciare a vivere all’aria aperta?

I vostri messaggi

Uscirò, mi guarderò attorno e ancora non ci crederò, guarderò e verrò guardato con diffidenza, andrò al bar alla scala ad Empoli al circolo, farò giocare i bambini e mi godrò del verde che c’è attorno, andrò alla stazione di San miniato dove andavo spesso per riprendere i treni sperando che siano pieni di gente ed in piena attività, mi sforzerò di credere che ciò che abbiamo passato è solo un brutto ricordo sperando che non torni più ed abbraccerò i miei figli e mia moglie

Tony


Da Padova andare a Greve in Chianti da mia figlia e dalla mia nipotina. Anche solo con lo spazzolino da denti.

Chicca


 

Buonasera, chiedete cosa farò di bello per la prima volta, ebbene voglio sentirmi libera di uscire di casa, libera di andare dove voglio, libera di sentirmi LIBERA. 

Voglio godermi la libertà , un abbraccio a tutti.

Sonia


Sarà quella di recarsi dalla mia compagna, che vive e lavora in provincia di Siena.

Il mio pensiero va a noi, che stiamo vivendo la quarantena lontani dalla persona amata, che ci dobbiamo limitare a vederci tramite uno schermo o un microfono. 

Perché l’amore, di questi tempi, è fondamentale, e ci rende tutti uguali, senza discriminazioni. 

Un caro saluto

Federica


Farò gli allenamenti coi miei ragazzi del sangy!!

Massimiliano


Una bella camminata fuoriiiiiiiiiiiiiiiiii

Poi parrucchieraaaaaaa è poi non so’.penso che sorridero a tutti quelli che troverò anche ai pali .😃😃😃😃😃😃😃😃😃😃😃😃😃

Morina


 La prima cosa che farò quando tutto sarà finito, sarà quella di continuare a fuggire o evitare quei posti dove ci saranno nuovamente persone che mi prendono in giro. Così ricomincerà la mia ”normalità” quotidiana ogni volta che esco.

Marco


Quando potremo uscire dai “domiciliari”

In fuga (con il pensiero) dalla soffocante reclusione delle mura domestiche, ognuno di noi sta immaginando cosa farà quando l’emergenza sarà finita e potremo uscire per strada, tra la gente, e ricominciare, o quando finalmente riacquisteremo almeno un po’ di normalità.

La prima cosa bella dopo il coronavirus

Isolati nelle nostre case, da soli o in famiglia, stiamo sperimentando limiti di noi stessi insospettati, nel bene e nel male. Stiamo riscoprendo valori perduti (del tempo anzitutto), ma ci mancano anche – ormai terribilmente – un sacco di altre cose, più o meno essenziali (dall’abbraccio con chi ci è caro al ritocco della ricrescita dal parrucchiere) o più meno superflue (ma per ciascuno di noi, nel loro piccolo vitali).

Scriveteci via email o su Messenger

Piano piano torneremo a lavorare negli uffici, nelle aziende, nei negozi, nei bari (si spera). Riprenderà (forse) la scuola. Ma quale sarà la primissima cosa che vi piacerebbe fare? La più solenne o la più “stupida”?

Potete mandare una email a redazione@inchiantisette.it

oppure

SCRIVICI SU MESSENGER (PrimaSiena)

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità