sport

Barberino Tavarnelle, La ginnastica artistica continua ad allenarsi da casa, la passione è più forte di tutto il resto

"Anche con il metodo in videochiamata le ragazze sono attive"

Barberino Tavarnelle, La ginnastica artistica continua ad allenarsi da casa, la passione è più forte di tutto il resto
Chianti fiorentino, 11 Aprile 2020 ore 16:02

La quarantena sta mettendo alla prova tutti, grandi e piccini. Restare in casa, anche se fondamentale, non è per niente facile soprattutto per chi da sempre frequenta ambienti sportivi ed è abituato agli allenamenti, allo stare in squadra e ad inseguire i risultati. Ma davvero si può restare senza sport? È un po’ la domanda che la ginnastica artistica Tavarnelle si è fatta in queste settimane e la risposta è ovviamente stata negativa. Non si può smettere ora. Ed è così che le piattaforme social ed applicazioni per videochiamate diventano il fulcro anche nello sport, con le insegnanti e le ginnaste che, in orario di allenamento, svolgono gli esercizi dalle proprie abitazioni. «Sarebbe stato un periodo importante – ha spiegato Michela Di Bella, una delle insegnanti – Ci sarebbero state le finali regionali ed a fine maggio era in programma il campionato a Taranto. Questo oltre al saggio d’estate al quale stavamo lavorando». Non è stata certo una stagione facile per le ragazze, considerando i problemi che la palestra ha avuto mesi fa. «Ma anche con il metodo in videochiamata le ragazze sono attive. Chiedono sempre gli orari degli allenamenti e ci fermiamo poi a chiaccherare insieme. Le insegnanti sono sempre in contatto con i genitori per tutti gli aggiornamenti. È il momento, anche per noi, di ritrovare le vecchie foto di gare passate, di ricordarci i traguardi raggiunti e pensare a quando potremmo ricominciare a lottare per arrivare ad altri. In queste situazioni ci si rende conto di quanto effettivamente, quando si è impossibilitati a seguire le proprie passioni, queste siano per noi fondamentali».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità